Mille euro, la pensione dei giovani italiani.


707 views 4 Commenti

Sono Giovanni, ho 25 anni, nel 2054 compierò 70 anni, andrò in pensione e la mia vita cambierà… in peggio. Avrò una pensione pubblica di circa la metà del mio ultimo reddito.

Un duro abbassamento del livello di vita che mi costringerà a ridurre drasticamente le spese e, se non sarò stato previdente, mi troverò in difficoltà.

Di certo non potrò aiutare figli e nipoti, dovrò sperare di non dover sostenere cure troppo costose, dovrò cercare di essere autosufficiente per non dover spendere soldi in assistenza, non potrò, quindi, godermi una vecchiaia rilassante.

Questo è lo scenario che si profila per un intera generazione: un forte ed improvviso calo del livello di vita al momento del pensionamento.

Con me ci sono altri 10 milioni circa di giovani italiani(15-29 anni). Chi più chi meno dovrà confrontarsi con una pensione di molto più bassa rispetto al suo ultimo reddito.

Ad esempio, il 42% dei lavoratori dipendenti 25-34enni di oggi andrà in pensione intorno al 2050 con meno di mille euro al mese1.

E’ davvero questo l’unico scenario? Non c’è alternativa?

Lo capiremo insieme attraverso le pagine di questo blog.

Grazie all’aiuto di esperti e professionisti del settore previdenziale scopriremo quali sono i problemi e quali le soluzioni. Seguiremo l’attualità, cosa sta cambiando e come fare per non trovarsi impreparati.

Solo il 27% degli Italiani sa che la sua pensione sarà inferiori ai propri bisogni. Non sembriamo, quindi, una popolazione molto preoccupata. Ma esiste invece un sentimento comune diffuso: un mix di incredulità, rabbia e totale passività2.

E tu? Ti ritrovi in questa descrizione? Cosa provi quando pensi alla tua pensione?

O forse, alla fine, dovremmo concordare con la proposta di Giovanni Cacioppo?

Chi sono e quanti sono i precari in Italia (fonte il Sole 24 Ore)

Calcola qui al tua pensione

1 Welfare, Italia. Laboratorio per le nuove politiche sociali» di Censis e Unipol link

2 AXA MPS e GPF, Giovani e Previdenza, maggio 2011

 

707 views 4 Commenti