La Previdenza, il più bel regalo di Natale


6.000 visite 17 Commenti

A Natale puoi fare un regalo veramente utile per i tuoi familiari.
Puoi regalare un fondo pensione.
In futuro potrebbe diventare il più classico regalo natalizio e possiamo immaginare insieme il biglietto di auguri con cui accompagnare un dono davvero importante per i tuoi figli o nipoti:

6.000 visite 17 Commenti
  • Dafne

    Bella idea!!!
    Con l’occasione Tanti Cari Auguri di Buon Natale ed uno speciale ringraziamento per le informazioni utilissime che ci date costantemente.

    • Team Previdenza

      Grazie e Tanti Auguri anche a te!

  • Ale Stella

    Concordo! Davvero un bel regalo per il futuro!

  • sara

    ma davvero si puo’ regalare un fondo pensione anche ad un minorenne? Non sarebbe male. Mi dite come si fa.

    • Team Previdenza

      Ciao Sara, si può fare.
      Aprire un fondo pensione per un minorenne è semplice e vantaggioso sia per lui che per il genitore.
      Ci sono svariate possibilità di scelta, ed esistono due tipologie di fondi pensione che puoi trovare sul mercato:
      Fondi Pensione Aperti
      Piani Individuali Pensionistici
      I primi sono istituiti da Banche, Compagnie di assicurazioni e Società di gestione del risparmio (SGR), i secondi solo da Compagnie di assicurazioni.
      Per sottoscrivere uno piuttosto che l’altro è necessario recarsi presso una filiale o una agenzia qualsiasi di questi istituti e chiedere di effettuare una sottoscrizione ad un prodotto di previdenza, in favore del minore, ovviamente fino a che il minore rimarrà a carico del genitore, sarà il genitore stesso ad usufruire dei benefici fiscali previsti dalla normativa di riferimento, mentre il giovane inizierà a maturare anzianità di iscrizione, importante per accedere a diversi benefici previsti dalla normativa (possibilità di prendere parte dei soldi cumulati dopo 8 anni, diminuzione dell’aliquota fiscale di tassazione in uscita).
      Se hai necessità di ulteriori informazioni… noi siamo qui.

  • federico

    Io ho una figlia di sette anni, mi sembra un po’ presto….non me la sento di prendermi questo impegno già ora, credo che ci siano cose più importanti a cui pensare.

    • Team Previdenza

      Qui su Previsionari crediamo che cercare di rendere più sereno il futuro delle nuove generazioni sia fondamentale e non è mai troppo presto. Anzi, prima ci si iscrive prima si posso sfruttare i molteplici vantaggi previsti dalla normativa (possibilità di prendere parte dei soldi cumulati dopo 8 anni, diminuzione dell’aliquota fiscale di tassazione in uscita).
      Inoltre l’impegno non è gravoso, infatti sei completamente libero nel decidere quando e quanto versare.
      A te la scelta… 😉

  • Gabriele

    Se iscrivo mio figlio ad un fondo pensione, il giorno in cui troverà lavoro (aspetta e spera), cosa succederà se la sua categoria avrà un fondo pensione proprio? potrà passare da un fondo all’altro, mantenere il proprio, oppure…? Grazie.
    Buon Natale
    .G

    • Team Previdenza

      Caro Gabriele,

      se tuo figlio avrà la possibilità di iscriversi nel corso della vita lavorativa ad un fondo pensione di categoria, e lo riterrà opportuno, potrà senz’altro trasferire il montante maturato mantenendo l’anzianità contributiva.
      In ogni caso potrà anche decidere di mantenere il suo fondo, proseguire con i versamenti volontari ed eventualmente anche farci confluire il TFR maturando. Insomma, una volta iscritto ad una forma di previdenza complementare, tuo figlio avrà solo l’imbarazzo della scelta!

  • Gabriele

    Sono sempre io. Per iscrivere il proprio figlio minorenne servono documenti particolari (certificati, ecc.)? Posso iscrivere un figlio che ha sei anni? E’ obbligatorio versare un importo minimo? E che spese ci sono? Può bastare, per oggi.

    • Team Previdenza

      Ciao Gabriele,
      per quanto riguarda i documenti necessari ad aprire un fondo pensione basta il codice fiscale, tuo e di tuo figlio. Per quanto riguarda i costi, dipende dalla Compagnia assicurativa con cui vuoi aprire il fondo e dal tipo di fondo che vuoi aprire. Qui trovi le tabelle della COVIP con gli indicatori sintetici dei costi relativi ai fondi pensione negoziali, ai fondi pensione aperti e ai piani individuali pensionistici.

  • Stefano

    Bella idea, soprattutto utile

    • Team Previdenza

      Grazie Stefano!

  • Simone

    Proprio un’idea originale!

  • Elifa

    Buongiorno,
    Sono straconvinta che sia bene aprire il fondo pensione ai figli, il mio grande dubbio e’ quale è dove(banca o assicurazione) altra domanda i soldi in giacenza se l’investimento scende non ci sono più’ vero? Questo è preoccupante ho 58 anni, sono un insegnante, ho due figli, la ragazza iscritta a Ingegneria Gestionale, il ragazzo del 1991 ad Architettura Politecnico di Torino.
    E’ da due anni che mi chiedo se farei bene ad iniziare per i mie figli la pensione integrativa con dei versamenti i piccoli, sono andata a prendere informazioni ad Intesa Sanpaolo, Unicredit, Assicurazioni Generali. Tutte mi hanno detto che facevo bene, che prima si inizia……
    Non so decidere! E’ bene? Quale delle tre?
    Posso avere un consiglio
    In attesa di una risposta, vi ringrazio
    Cordiali saluti

    • Giovanni Valli

      Ciao Elifa,
      Non ho capito qual ‘ il tuo dubbio, me lo puoi spiegare meglio?
      In generale, quello che ti hanno detto è sicuramente vero. Prima si comincia meglio è.
      – Ad esempio, per ragazzi di 25 anni, basterebbe versare 1.000 euro l’anno per avere una pensione di scorta di circa 150 al mese, inoltre, decidendo di investire in linee più aggressive la cifra raddoppierebbe, raggiungendo circa 300 euro al mese. (fonte Progetica). Mentre per un 40 enne, se domani cominciasse a versare 200 euro al mese in un fondo pensione, da pensionato potrebbe ottenere circa 320 euro al mese di pensione complementare. Qui trovi un altro esempio per una ragazza di 30 anni.
      – La permanenza protratta nel tempo in prodotti di previdenza complementare viene premiata con una riduzione dell’aliquota di tassazione al momento della liquidazione del fondo: dal 15% diminuisce dello 0,30% per ogni anno successivo al 15°di iscrizione al fondo. Lo “sconto” può arrivare fino al massimo del 6% (quindi ad un’aliquota fiscale del 9%): un’evidente convenienza fiscale a seguito di una duratura permanenza nel Fondo.
      – Dopo 8 anni di adesione al fondo si può chiedere un anticipo del 75% per acquisto o ristrutturazione casa, o del 30% senza giustificato motivo. (Si può sempre chiedere un anticipo del 75% per spese sanitarie gravi);
      Anche noi di AXA MPS siamo presenti sul mercato con i nostri prodotti. Se sei interessata puoi scrivere una mail a questo indirizzo Info@axa-mpsvita.it, mettendo come oggetto “Previsionari blog” e, se lo ritieni opportuno, il tuo numero di telefono. Sarai ricontattata al più presto per approfondimenti.
      Spero sia tutto chiaro, ciao!

  • Francesca

    granzie anche da parte mia