La fonte della giovinezza esiste e si chiama risparmio


1.520 visite 1 Commento

La fonte della giovinezza esiste e si chiama risparmioSe è vero che gli Stati Uniti spesso anticipano le tendenze europee di almeno 10 anni, allora la recente ricerca firmata da Nielsen sulla generazione Y (nati dal 1977 al 1995)[1]  “Millennials, breaking the Myths” ci interessa da vicino, permettendoci di dare uno sguardo al nostro futuro prossimo.

Infatti, mettendo in evidenza la stretta relazione tra capacità di programmare il proprio futuro e benessere fisico, disegna un domani dove i giovani italiani saranno sempre più attenti alla propria “salute finanziaria”, con l’obiettivo di vivere meglio e più a lungo.

La generazione più istruita di sempre, si preoccupa fin da subito della propria salute
I giovani d’oltreoceano si preoccupano del loro stato di salute già dal periodo universitario.
Il mondo dell’educazione è per loro molto rilevante, se consideriamo che sono la generazione più istruita di sempre, con il 23% che raggiunge la laurea. È questo forse il motivo che li porta a voler gestire fin da subito il proprio benessere, cercando soluzioni che li aiutino a compiere scelte di vita sane. Conoscere per prevenire.
I dati parlano da soli: sono interessati a: accertamenti generali sulla propria salute (22%), gestione del proprio peso (59%), terapie con massaggi (69%),miglioramento dello stile di vita (58%), fornitura migliore del cibo (32%), assistenza per smettere di fumare (29%). Il tutto per riuscire ad avere uno stile di vita più sano.

Insomma, la cura della salute non è più un tema esclusivo delle generazioni più anziane.

Chi riesce a preparare il proprio futuro finanziario, si sente più in forma
Dalla ricerca emerge che uno dei segreti per mantenersi sani è la capacità di programmare il proprio futuro, anche finanziario, riuscendo a rispettare i piani fatti.
La salute finanziaria è uno dei fattori più importanti tra gli intervistati e ha delle ripercussioni rilevanti sia sulla salute fisica che psichica. Chi riesce a essere in linea con i propri obiettivi finanziari, ed in particolar modo chi riesce a risparmiare correttamente in vista della pensione, valuta la propria salute fisica come “molto buona o eccellente”, risulta preparato a sostenere spese sanitarie e immagina di vivere una vita più lunga rispetto a chi non è in linea con i propri piani di risparmio.

Quanti sono i millennials?

In Italia sono 12 milioni, il 20% circa dell’intera popolazione [2]

Millennials in Italia e nel mondo

mentre i loro coetanei americani sono il 24%, circa 77 milioni di ragazzi e ragazze:

Millennials USA

 

In conclusione possiamo dire che la generazione che sarà al centro dei cambiamenti sociali dei prossimi anni, ha già cominciato a prepararsi all’allungamento della vita che li vedrà protagonisti.

Preoccupandosi fin da subito della propria salute, anche finanziaria. Un’ indicazione non da poco sapendo che viene dalla generazione più istruita di sempre…

 


[1] Greatest Generation (1901-1924)

Silent Generation (1925-1945)

Baby Boomers (1946-1964)

Generation X (1965-1976)

Millennials/Gen Y (1977-1995)

Younger Millennials (18-27)

Older Millennials (28-36)

Generation Z (1995-Present)

1.520 visite 1 Commento
  • http://www.cocooners.it Cocooners

    E in italia che facciamo? come al solito cadremo dal pero??
    Quando impareremo a preoccuparci del futuro che e’ gia’ a tinte foschissime ora?
    Risparmiare, investire, pensare alla previdenza complementare… non solo è tempo, ma è pure tardi per molti!

    Io (e pochi altri…) mi sono già attrezzato e ho messo in piedi un sistema composto da tecniche di risparmio e budgeting rigoroso che dovrebbe, enormi sfortune permettendo, portarmi a lasciare il lavoro ben prima della data prevista. Il mio motto è “a 70 anni ancora a lavoro proprio no!”

    Per chi è curioso mi trova su http://www.cocooners.it