Come controllare i tuoi contributi INPS: l’estratto conto contributivo


99.322 visite 134 Commenti

Avere sotto controllo i contributi versati ai fini pensionistici e gli anni di anzianità maturati è una necessità sempre più impellente. Le ultime riforme infatti, introducendo il sistema contributivo per tutti, modificano il sistema di calcolo della pensione che non si basa più sugli ultimi stipendi ricevuti, bensì sui contributi versati nell’arco della carriera lavorativa: clicca qui per approfondire.

Consultando l’estratto conto contributivo potrai verificare la presenza di tutti i contributi versati  autonomamente o dai tuoi datori di lavoro al fine di segnalare per tempo eventuali discordanze o inesattezze all’Inps. E’ utile per avere un quadro chiaro e riepilogativo della propria posizione previdenziale.

Ma come si fa a controllarlo?
Abbiamo preparato questa rapida guida che in pochi passi spiega come fare.

  1. Prima di tutto devi munirti di PIN (Personal Identification Number), cioè un codice segreto di identificazione personale, che ti permette di accedere all’aera riservata sul sito dell’INPS. Clicca qui per richiederlo (metà PIN ti verrà inviato via mail, l’altra metà via posta cartacea nel giro di pochi giorni);
  2. Con il PIN a disposizione entra nella sezione del sito INPS “Servizi per il cittadino”, inserisci il codice fiscale e il PIN, infine clicca su “accedi”;
    accesso servizi per il cittadino inps
  3. A questo punto ti trovi nell’area riservata dove hai la possibilità di accedere a moltissimi servizi. Per verificare quanti contributi hai versato negli anni lavorati devi cliccare su  “Fascicolo Previdenziale del cittadino
    Fascicolo Previdenziale del cittadino
  4. Si aprirà un’ulteriore pagina web, dal menu a sinistra clicca su Posizione Assicurativa e poi su Estratto conto;Estratto conto previdenziale
    Ti apparirà l’elenco di tutti i versamenti fatti nel corso della tua carriera divisi per anno e per tipologia di lavoro / datore di lavoro.
    In basso, nella pagina, c’è anche la possibilità di stamparlo.

Nell’estratto contributivo sono riportati in alto a destra i dati anagrafici dell’interessato, mentre nella tabella ci sono i dati relativi ai versamenti previdenziali. In particolare:

  • Periodo di riferimento;
  • Tipologia di contribuzione (lavoro dipendente, artigiano, commerciante, servizio militare ecc.)
  • Contributi utili (espressi in giorni, settimane o mesi), sia per il raggiungimento del diritto sia per il calcolo della pensione;
  • Retribuzione o Reddito;
  • Azienda (datori di lavoro);
  • Eventuali Note (riportate alla fine dell’estratto).

I contributi effettivamente versati si calcolano percentualmente sulla retribuzione lorda che trovi nell’estratto conto. La misura dei contributi è determinata dalla tipologia di lavoro esercitata. Per i dipendenti privati, ad esempio dipende dalla natura dell’attività esercitata dall’azienda, dalla posizione dei lavoratori in azienda e dalla retribuzione imponibile. L’aliquota media a carico ditta (salvi ulteriori sgravi ed agevolazioni)  è pari al 32,70% della retribuzione lorda per la generalità dei lavoratori dipendenti. La quota a carico del dipendente è normalmente pari al 9,19% della retribuzione (1).

Qui puoi conoscere quali sono le aliquote contributive  per le differenti tipologie di lavoro (autonomo, subordinato, parasubordinato, etc…)

Se hai ulteriori dubbi commenta qui sotto, proveremo ad aiutarti!

/–/
(1) fonte www.inps.it
Immagine in anteprima gentilmente concessa da Dave Dugdale www.learningDSLRVideo.com

99.322 visite 134 Commenti
  • Raffaella

    buongiorno gentilmente chiedo un informazione : estratto contributivo inps cosa sono le settimane utili al diritto alla pensione e quello al calcolo quante settimane sono richieste per accedere alla pensione .saluto cordialmente Raffaella

    • Raffaella

      buongiorno potrebbe per favore rispondere al mio commento di due giorni fa mandandomi la risposta tramite la mia casella di posta elettronica. grazie raffaella

      • http://www.previsionari.it/blog/collaboratori/giovanni-valli/ Giovanni Valli (Team previdenza)

        Ciao Rafaella,
        ti abbiamo risposto sulla tua mail.
        Ciao!

        • Antonio

          salve, la risposta a questa domanda interesserebbe anche a me….potreste mandarmi una mail. Grazie

  • Fabrizio

    salve,
    contributi utili pensione, al diritto 10 , al calcolo 4,000
    retribuzione o reddito 1210,00

    posso richiedere la mini aspi? premetto che era lavoro intermittente, quanto potrei percepire? saluti

    PS potrebbe inviare la risposta alla mia mail? grazie ancora

    • http://www.previsionari.it/blog/collaboratori/giovanni-valli/ Giovanni Valli (Team previdenza)

      ti abbiamo risposto via mail.
      ciao!

  • CARTA GABRIELE

    VORREI REGOLARIZZARE LA MIA SITUAZIONE DA INP DAP A INPS MI MANCANO DALL’ESTRATTO INPS DEI CONTRIBUTI VERSATI INISTERROTTAMENTE DAL 1981 A OGGI PERCHE HO SEMPRE LAVORATO PER IL COMUNE DA ALLORA , PERCHE NON RISULTANO ALCUNI ANNI E IN ALCUNI CASI SOLO MESI PIU LA RICONGIUNZIONE PREGRESSA FATTA NEL 1989 . ASPETTO UN CONSIGLIO O UNA RISPOSTA.

    • http://www.previsionari.it/blog/collaboratori/giovanni-valli/ Giovanni Valli (Team previdenza)

      Ciao Gabriele,
      ti consiglio di rivolgerti direttamente all’INPS che ha il dettaglio della tua posizione ed è l’unico che può intervenire.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui

  • Francesco

    Buonasera,vorrei sapere dandovi la mia situazione contributiva su per giù quante settimane mi verranno pagate

    01/08/2013 31/08/2013
    Lavoro dipendente
    sett. 5
    al calcolo 2

    03/04/2014 31/10/2014
    Lav.dipend. part-time
    sett. 22
    al calcolo 12,000

    01/07/2014 31/08/2014
    Lavoro dipendente
    sett. 9
    al calcolo 9,000

    Ve ne sarei grato perché non ci sto capendo molto

    • http://www.previsionari.it/blog/collaboratori/giovanni-valli/ Giovanni Valli (Team previdenza)

      Ciao Francesco,
      ti consiglio di contattare direttamente l’INPS dove sapranno spiegarti bene tutto.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui

  • Vincenzo

    Vorrei gentilmente sapere se le quote dei contributi che sono elencati nell estratto contributivo sono lorde o nette dato che ho riscontrato un anomalia ( ho percepito una disoccupazione superiore agli stipendi di quando lavoravo ) grazie gradirei risposta su mail

    • http://www.previsionari.it/blog/collaboratori/giovanni-valli/ Giovanni Valli (Team previdenza)

      Ciao Vincenzo,
      le quote sono lorde.

  • Pasquale Izzo

    Buona sera il mio nome è Pasquale Izzo, vorrei chiedere un chiarimento, lavoro in un azienda dal 25 ottobre 2014 con contratto a tempo indeterminato, ad oggi 22 febbraio 2015, consultando il mio estratto conto contributivo, risultano contributi che vanno dalla data di assunzione (25/10/2014), fino al 30/ 11/2014.
    Quale potrebbe essere il motivo? L’inps aggiorna gli archivi in determinati periodi ? Oppure i contributi che mi sono stati versati sono quelli che vedo? Di conseguenza il contratto in essere non corrisponde a quello da me firmato?
    Grazie

    • http://www.previsionari.it/blog/collaboratori/giovanni-valli/ Giovanni Valli (Team previdenza)

      Ciao Pasquale,
      l’inps non aggiorna i contributi in tempo reale. Anzi è probabile che lo faccia annualmente.

  • PATRIZIA

    Buonasera,vorrei gentilmente un’informazine in relazione alla registrazione dei contributi da parte dell’Inps in quanto, alla data odierna, l’estratto conto contributivo risulata aggiornato al 30/06/14, per i contributi figurativi CIG, ed al 31/08/14, per i contributida lavoro dipendente. Dal 01/09/14 al 30/11/14 ho usufruito di ulteriore CIG mentre per dicembre 2014 ho lavorato. Attualmente sono ancora in CIG ed avendo raggiunto i termini temporali di 41 anni e 6 mesi per la richiesta della pensione non so se posso inoltrare la domanda o se devo vedere prima aggiornati i contributi. Potete gentilmente rispondermi nella mia casella di posta elettronica? ringraziando cordialmente saluto Patrizia.

    • http://www.previsionari.it/blog/collaboratori/giovanni-valli/ Giovanni Valli (Team previdenza)

      Patrizia queste domande devi farle all’inps non qui 😉
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui

  • http://derbel3@gmail.com derbel hmida

    Ciao Voglio sapere perché non ho avuto finora su solde da 2012 e 2013

    • http://www.previsionari.it/blog/collaboratori/giovanni-valli/ Giovanni Valli (Team previdenza)

      Ciao,
      devi chiederlo all’INPS, puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui

  • Filomena Della Gloria

    Quando accedo al mio estratto conto contributivo non viene visualizzato per intero, ma solo la prima pagina. Come posso fare per poterlo visualizzare aggiornato? Grazie!!!

    • http://www.previsionari.it/blog/collaboratori/giovanni-valli/ Giovanni Valli (Team previdenza)

      Ciao Filomena,
      prova ad accedere con un altro browser… altrimenti devi contattare l’inps.

  • Nicola

    Buonasera, nel mio estratto conto previdenziale per i periodi di lavoro dipendente sono correttamente inseriti retribuzioni e redditi, mentre per il periodo di servizio militare non appare nessun valore nel campo retribuzione o reddito (e nemmeno l’azienda).
    E’ normale o la retribuzione dovrebbe risultare anche per il periodo di servizio militare?
    Grazie

    • Livia Girlando

      Ciao Nicola,
      mi dispiace ma non posso risponderti perchè si tratta di un dato sensibile di cui è in possesso solo l’INPS.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui
      Un saluto
      Livia

  • Gastone

    Buongiorno. Ho bisogno di un chiarimento relativamente alle settimane utili al diritto alla pensione elencate nell’estratto conto previdenziale. Nel caso di periodi di riferimento con date medesime (ad esempio nel mio estratto dal 01/06/1974 al 30/09/1974 ho due righe la prima con tipo di contribuzione “apprendista” per 13 settimane e la seconda con tipo contribuzione “apprendista artigiano” per 14 settimane) tali periodi sono entrambi validi, e quindi si possono sommare per il calcolo delle settimane utili aldiritto alla pensione?
    Grazie e cordiali saluti, Gastone.

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      ciao Gastone,
      per quest’informazione ti chiedo gentilmente di rivolgerti direttamente all’INPS.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui

      per altre informazioni non esitare a scrivere,
      un saluto
      Livia

  • ARMANDO

    SONO IN PENSIONE DAL 2000 E PERCEPISCO UNA PENSIONE TIPO FS IN QUANTO DIPENDENTE DELLE FERROVIE DELLO STATO.
    MI SONO0 MUNITO DI PIN INPS E HO STAMPATO IL MIO ESTRATTO CONTO PREVIDENZIALE E HO CONSTATATO CHE NELL’ELENCO MANCANO CONTRIBUTI DAL 1965 AL 1969 PER AVER LAVORATO PRESSO ALTRA DITTA PRIVATA.
    TALI CONTRIBUTI MANCANTI SONO STATI RISCATTATI DALLO SCRIVENTE DURANTE IL SERVIZIO PRESSO LE FERROVIE DELLO STATO.POSSO FARE QUALCOSA ORA DOPO 15 ANNI? GRAZIE DELLE VOSTRE RISPOSTE

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Ciao Armando,
      dato che la tua situazione è particolare ti consigliamo di rivolgerti all’INPS.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui
      Un saluto
      Livia

  • leo

    Salve,se ho capito bene per sapere quanti anni di contributi possiedo basta sommare le settimane/giorni?
    Grazie vorrei una risposta.

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Ciao Leo,
      si è esatto. In un anno ci sono 52 settimane, quindi puoi effettuare il calcolo considerando le settimane lavorative effettuate da te.
      Per altre informazioni non esitare a scrivere.
      un saluto.
      Livia

  • franco

    se funzionasse davvero! ma penso che lo fate solo per prendere indirizzi email, voglio provare lo stesso, vediamo se mi rispondete.

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Buongiorno Franco,
      rimango in attesa di una tua domanda per poterti dare un riscontro,
      grazie,
      un saluto
      Livia

  • claudio

    Bungiorno,leggendo nel sito mi sono sorti dei dubbi.Quando trovo scritto sull’estratto conto contributivo settimane al diritto 52 al calcolo 48 significa che l’anno contributivo e` uno o no?? Grazie in anticipo per la risposta saluti Claudio

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Ciao Claudio,
      mi spiace ma per questa risposta tecnica è meglio che ti riferisca all’INPS.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui

      Per altre informazioni non esitare a scrivere,
      un saluto
      Livia

  • Maria

    Buonasera con il mio codice pin sono andata sulla mia posizione assicurativa. Come data presunta per andare in pensione l’Inps calcola la somma dei contributi utili al calcolo e non al diritto(i due totali sono diversi perché ho lavorato per qualche anno par-time). Spero vivamente si tratti di un errore! Grazie in anticipo per la risposta. Cordiali saluti.

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Buongiorno Maria,
      per una risposta più precisa ti consiglio di rivolgerti direttamente all’INPS che ha il dettaglio della tua posizione.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui.

      Puoi inoltre provare a verificare la tua età pensionabile cliccando su questo nuovo strumento online:
      http://www.previsio.axa.it

      Se ti mancassero ancora degli anni puoi leggere quest’altro articolo per comprendere come poter coprire gli anni rimanenti alla tua pensione.

      Puoi infine vedere questo video per maggiori dettagli sul Sistema Contributivo.

      Per altre informazioni a disposizione,
      un saluto.
      Livia

  • fernanda

    Vorrei sapere l’ultima colonna note cosa indica?
    Grazie

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Ciao Fernanda,
      l’ultima colonna “note” indica delle comunicazioni specifiche dell’INPS su delle voci del prospetto.
      Per sapere di cosa si tratta leggi il numero di rimando a cui si riferisce la nota, in corrispondenza del numero è indicata la spiegazione della nota stessa.
      un saluto.
      Livia

  • VIOLETA NAZARE

    Sono mesi che provo di aggiornare il mio estratto conto contributivo. Ho seguito la complicata procedura pin e pin dispositivo. Allucinante. Ora non riesco a trovare dove fare la richiesta aggiornamento estratto conto contributivo,che si fa soltanto online, per allegare i mav non registrati nel vostro curato archivio. E chi non ha conoscenze informatiche cari signori come fa a contattarvi? Le operatrici call center sono scocciate, non spiegano, non ci sono mail per contattarvi e noi quelli che dobbiamo andare a lavorare non abbiamo tempo di fare le file nelle vostre comode e fresche istituzioni !!! Rispondetemi per favore e visto che avete la mia mail vorrei trovare il link in causa. Potete anche semplificare visto che i dolfi ce li avete. Grazie,Violeta Nazare

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Buongiorno,
      mi spiace ma questo non è il sito dell’INPS, è un blog di Previsionari.

      Per dettagli sul funzionamento del sito INPS ti consiglio di rivolgerti direttamente all’INPS, che ha il dettaglio della tua posizione.

      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui

      Un saluto
      Livia

  • Alberto

    Buongiorno. Come posso verificare se il datore di lavoro ha versato la sua quota di contributi Inps? Dall’estratto conto vedo solo la quota in carico a me, che corrisponde a quanto riportato su cedolini e CU.
    Grazie

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Ciao Alberto,
      consultando l’estratto conto contributivo dell’Inps puoi trovare il reddito lordo dichiarato dal tuo datore di lavoro su cui poter calcolare i contributi effettivamente versati.
      Il calcolo si effettua percentualmente sulla retribuzione lorda che trovi nell’estratto conto.
      La misura dei contributi è determinata dalla tipologia di lavoro esercitata.
      Per i dipendenti privati, ad esempio dipende dalla natura dell’attività esercitata dall’azienda, dalla posizione dei lavoratori in azienda e dalla retribuzione imponibile.
      L’aliquota media a carico ditta (salvi ulteriori sgravi ed agevolazioni) è pari al 32,70% della retribuzione lorda per la generalità dei lavoratori dipendenti.
      La quota a carico del dipendente è normalmente pari al 9,19% della retribuzione.
      Sulla busta paga trovi solo la voce relativa ai contributi da te versati ma se l’azienda ha dichiarato il tuo reddito lordo correttamente la % che andrà a pagare sarà pari alla % a suo carico stabilita dalla tipologia di lavoro da te esercitata.
      per altri chiarimenti non esitare a scrivere.
      un saluto
      Livia

      • Alberto

        Quindi se vedo il reddito lordo significa che il datore di lavoro ha sicuramente versato quanto è dovuto, cioè il 32,70% (sono lavoratore dipendente), di cui il 9,19% a mio carico? Posso essere certo di non avere brutte sorprese in futuro per mancati versamenti?
        Grazie

        • Livia Girlando (Team Previdenza)

          Ciao Alberto,
          esatto, se il tuo reddito lordo corrisponde a quello dichiarato all’Inps il datore di lavoro dovrà procedere a pagare la quota a lui spettante di contributi pari al 32,70% (per lavoro dipendente).
          un saluto
          Livia

  • Giuliana

    Buongiorno gentilmente avrei bisogno di un informazione ;estratto contributivo imps ( quanti hanni di contributi ho )e come si fa il conteggio …. Ho 57 anni e ho sentito che ci può essere la possibilità di pensione anticipata grazie attendo vostre notizie sono nata il 01/08/1958

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Ciao Giuliana,
      per vedere quanti anni di contributi hai dovrai effettuare l’accesso al sito dell’Inps seguendo le indicazioni di quest’articolo in cui hai scritto.
      Considera che per lavoro dipendente i mesi di contribuzione sono calcolati in settimane e quindi per il calcolo dovrai fare la conversione delle settimane in anni tenendo presente che in 1 anno ci sono 57 settimane.
      Qualora non avessi il PIN potresti richiederlo o rivolgerti all’INPS.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .

      L’età prevista per andare in pensione di vecchiaia è 65 anni e 7 mesi dal 2016 al 2018 (l’età aumenta negli anni in funzione dell’innalzamento dell’aspettativa di vita).
      Invece i requisiti per andare in pensione anticipata a 63 anni e 7 mesi sono i seguenti: dal 1° gennaio 2016, anzianità contributiva: uomini 42 anni e 10 mesi, donne 41 anni e 10 mesi.
      Per scoraggiare l’accesso alla pensione anticipata per i lavoratori che non hanno compiuto il 62° anno di età, la Riforma Fornero del 2011 aveva introdotto un sistema di disincentivi che colpiscono l’importo della rendita previdenziale.
      La legge di stabilità 2015 (articolo 1, comma 113, legge 190/2014) ha modificato quanto sopra disponendo che, “con effetto sui trattamenti pensionistici decorrenti dal 1º gennaio 2015 le disposizioni in materia di riduzione percentuale dei trattamenti pensionistici, non trovano applicazione limitatamente ai soggetti che maturano il previsto requisito di anzianità contributiva entro il 31 dicembre 2017”.

      Pertanto se non ci fossero altre proroghe potresti andare in pensione anticipata ma subiresti le penalizzazioni qualora non avessi maturato ancora i 41 anni e 10 mesi previsti entro la fine del 2017. In proposito leggendo questo articolo trovi i dettagli di quanto sopra.

      Avendo però compiuto i 57 anni e 3 mesi di età potresti beneficiare subito dell'”Opzione donna”.
      Per informazioni sull’argomento ti consiglio questo link. Inoltre puoi leggere questo articolo di Previsionari o quest’altro.

      Per altri chiarimenti non esitare a scrivere.
      un saluto
      Livia

  • cindy

    Buongiorno!

    Ho cominciato a lavorare dal gennaio 2015 (prima avevo fatto solo volontariato e stages). Gli ultimi datori di lavoro mi hanno chiesto la gestione separata all’inps e ora con il mio pin ho voluto controllare il mio estratto conto contributivo…e risulta vuoto! Com’è possibile? Può dipendere dalle tipologie di contratto?

    Grazie infinite!

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      ciao Cindy,
      hai notato che ci sono due finestre cliccabili? la prima che ti si apre direttamente si chiama “Estratto Conto Regime generale” (sezione di colore azzurro) mentre la seconda su cui dovrai cliccare è nominata “Estratto Conto Gestione separata” (sezione di colore verde).
      Puoi accedere anche al nuovo simulatore Inps “La Mia Pensione” che oltre a riportarti la tua situazione contributiva, sempre divisa in “Estratto conto” e “Estratto conto Gestione Separata”, ti permette anche di ottenere il calcolo esatto dell’età e dell’importo della pensione (sempre inserendo Codice Fiscale e Pin al seguente link).
      Infine potrai rivolgerti direttamente all’INPS che ha il dettaglio della tua posizione.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
      Per altre informazioni non esitare a scrivere.
      un saluto
      Livia

  • sauro

    buongiorno,mi manca una settimana contributiva per andare in pensione alla fine di questo anno (2209+1).Spulciando l’estratto conto ho visto un errore fatto 40 anni fa dal mio primo datore che mi ha licenziato 3 giorni prima dei soliti 8 giorni penso per non pagarmi la festività che c’era in quei giorni.Il mio attuale datore mi aveva assunto il giorno esatto della scadenza dei 8 giorni che era il giovedì.L’inps non ha conteggiato la settimana come contributiva.Ma quanti giorni occorrono per fare una settimana contributiva?In quella settimana c’era una festività, due giorni risultano lavorati poi c’è il sabato che viene considerato nella settimana, c’è speranza di recuperarla?grazie

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Buongiorno Sauro,
      essendo la tua situazione particolare ti consiglio di rivolgerti direttamente all’INPS che ha il dettaglio della tua posizione.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
      Per altre informazioni non esitare a scrivere.
      un saluto
      Livia

  • DANIELA

    Buon pomeriggio, sono in fase di ultimazione del Mio rapporto lavorativo. Mi potreste confermare che i contributi mi devono essere versati dal Mio datore di lavoro (che tarda a farmi firmare non per mia colpa) la lettera di licenziamento fino a quando non firmo e quindi ufficializzo la Mia cessazione di rapporto lavorativo?
    si attende risposta sulla mia e-mail.
    Grazie

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Buon pomeriggio Daniela,
      il tuo Datore di Lavoro avrebbe dovuto versare i contributi contestualmente con il trascorrere della tua prestazione lavorativa.
      Per maggiori informazioni in merito leggi questo nostro articolo di Previsionari.
      Puoi controllare i contributi anche utilizzando il nuovo simulatore online dell’Inps “La Mia Pensione” inserendo Codice Fiscale e Pin al seguente link.
      Infine potrai rivolgerti direttamente all’INPS che ha il dettaglio della tua posizione.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .

      Per altri chiarimenti non esitare a scrivere.
      un saluto
      Livia

  • APOLLONIA

    Salve,mi chiedevo:qualora ci si dovesse dimettersi si ha comunque diritto ai contributi lavorativi per il periodo in cui si è svolta l’attività lavorativa!?

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Buon pomeriggio,
      ho risposto al tuo indirizzo mail.
      un saluto.
      Livia

      • APOLLONIA

        PERTANTO,QUESTI CONTRIBUTI LAVORATIVI MALGRADO LE MIE DIMISSIONI POTRANNO ESSERE IDONEI(CIOè CALCOLATI) AI FINI PENSIONISTICI!? POSSO FARE RICHIESTA DELL’INDENNITà DI DISOCCUPAZIONE(NASPI)?!

        • APOLLONIA

          N.B LAVORO A TEMPO DETERMINATO…

        • Livia Girlando (Team Previdenza)

          Buongiorno,
          come confermato via mail i contributi vengono versati e sono validi ai fini pensionistici nonostante le dimissioni.
          Invece per l’indenità di disoccupazione (Naspi) occorrono specifici requisiti indicati nella Circolare n. 94 del 12-05-2015 che puoi trovare sul sito dell’Inps.
          La nuova disoccupazione viene riconosciuta ai lavoratori che hanno perduto involontariamente la propria occupazione e che abbiano tutti e tre i seguenti requisiti:
          – siano in stato di disoccupazione (ai sensi dell’articolo 1, comma 2, lettera c, del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, e successive modificazioni);
          – possano far valere, nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione, almeno tredici settimane di contribuzione;
          – possano far valere trenta giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.
          Quindi essendoti dimessa tu e non avendo subito involontariamente la perdita della tua occupazione non puoi rientrare in tale casistica.
          un saluto.
          Livia

  • APOLLONIA

    è POSSIBILE AVERE LA RISPOSTA SUL MIO INDIRIZZO E.MAIL!!!GRAZIE PER LA DISPONIBILITà E L’INFORMAZIONE.

  • Remo

    sALVE! STAVO CONTROLLANDO IL MIO Estratto Conto
    Previdenziale E HO NOTATO CHE NEL PERIODO 22/01/2015-31/07/2015 risultano CONTEMPORANEAMENTE:
    1) 24 settimane contributive utili al calcolo per un’ eventuale calcolo per un eventuale richiesta di ASPI… ;
    2) 4 settimane di malattia.

    il calcolo delle settimane contributive è 24 oppure 20?

    altrimenti?…

    Grazie per l’aiuto!

    distinti saluti!

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Ciao Remo,
      scusami ma per queste domande più dettagliate ti chiedo gentilmente di rivolgerti all’Inps.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
      Grazie,
      un saluto.
      Livia

      • Remo

        La ringrazio per l attenzione! Buona serata! :)

  • massimo

    Buongiorno,nella vostra pagina c’e’ scritto cliccare qui per richiedere parte del pin e l’altra meta’ via posta.La pagina web non funziona,che faccio?

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      ciao Massimo,
      il link rimanda al sito dell’Inps che ora non risponde, ti consiglio di riprovare più tardi o domani.
      grazie mille,
      un saluto.
      Livia

  • rodica

    Buongiorno,gentilmente chiedo un informazione:se io ho lavorato 22 anni in Romania,è 10 anni in Italia con l’età di 58 in febraio,quando arriverà l’ora della pensione si prende in considerazione tutto,oppure x quello che ho lavorato lì avrò una pensione,è qui dovrei aspettare ancora?grazie mille

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Buongiorno,
      ti consiglio di leggere questo link dell’INPS per informazioni relative alla ricongiunzione dei contributi Italia/Romania.
      Per avere un prospetto personalizzato ti consiglio di rivolgerti direttamente all’INPS, che ha il dettaglio della tua posizione.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui

      Per altre informazioni non esitare a scrivere,
      un saluto
      Livia

  • Claudia

    buongiorno gentilmente ho 1442 settimane di contributi al calcolo e 1827 settimane di contributi al diritto. In caso venisse prorogata l’opzione donna fino al 2018 potrei fare domanda per avere la pensione? Mi potrebbe scrivere alla mia casella di posta elettronica. Grazie Claudia

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      ciao Claudia,
      ti ho risposto alla casella di posta elettronica.
      un saluto.
      Livia

  • Claudia

    Grazie per la risposta ma mi scusi sono un poco in difficiltà..compirò 57 anni il 2.2.2017 e ora sono disoccupata dal 20.10.14 e credo che resterò tale. Come Le ho scritto ho 1827 settimane di contributi al diritto (35,13 anni) e 1442 contributi al calcolo (27 anni circa) circa 993 ero di pensione lorda alla data odierna. Posso fare la domanda per avere la pensione?
    Grazie mille.
    Claudia

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      ciao Claudia,
      per avere una risposta precisa sulla base della sua posizione dovrà rivolgersi all’Inps.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .

      un saluto.
      Livia

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      Ciao Claudia,
      Ti preciso che Legge di Stabilità varata ieri dal Governo ha previsto la proroga dell’Opzione Donna solo fino al 31/12/2015 e non fino al 2018.
      Per avere una risposta precisa sulla tua posizione dovrai rivolgerti all’Inps.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .

      un saluto.
      Livia

  • Claudia

    Buon giorno, grazie per le risposte, ma ho ancora una domanda da fare, non so se ho capito bene, si potrà andare in pensione a 62 anni con 35 di contributi? Ho perso il treno per l’opzion donna, ma forse questo riesco ancora a rincorrerlo…
    Grazie.
    Claudia

    • Livia Girlando (Team Previdenza)

      ciao Claudia,
      la possibilità di andare in pensione a 62 anni con 35 anni di contributi era una “variante” dell’Opzione Donna che in discussione in questi mesi ma che poi non è stata portata avanti.
      Un saluto.
      Livia

  • Francesco

    Salve, ho richiesto la Naspi e la retribuzione media mensile calcolatami dall’INPS è inferiore di circa 200€ a quella che calcolo sommando i redditi presenti nel mio estratto conto contributivo,divisi per il numero di settimane presenti sempre nell’estratto conto (che coincide con le settimane che l’INPS ha tenuto in considerazione) e moltiplicando per 4,33. Dove sbaglio? Come posso calcolare correttamente una media mensile? Grazie

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      Ciao Francesco,
      per un calcolo preciso ti consiglio di rivolgerti direttamente all’Inps che ha il dettaglio della tua situazione.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui
      Un saluto
      Livia

  • Paola Inter

    Buongiorno, ma nell’estratto conto previdenziale nell’area “contributi utili pensione al diritto e al calcolo” sono indicati i contributi effettivamente pagati dalla mia azienda? Come posso calcolare se la mia azienda ha pagato i contributi?

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      ciao Paola,
      ti consiglio di provare il nuovo simulatore online dell’Inps “La Mia Pensione” inserendo Codice Fiscale e Pin al seguente link.
      Altrimenti puoi contattare direttamente l’Inps
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .

      un saluto.
      Livia

  • Giuliana Lamberti

    Salve…ho richiesto la naspi. Sto per ricevere il primo pagamento che risulta di ben 900 euro inferiore rispetto a ciò che mi compare sull’estratto conto previdenziale. Ho telefonato all’inps ed una signorina mi diceva che quei 900 euro erano le trattenute… ma io mi chiedo…ma possibile 900 euro di trattenute?

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      ciao Giuliana.
      mi spiace ma non posso entrare nel merito di quanto ti ha detto l’Inps, sono loro che hanno la situazione dettagliata di ciascuna posizione.
      un saluto
      Livia

  • anna

    Ciao sono Anna, ho richiesto un ecocert nel caso prolungassero i requisiti opzione donna fino al 31/12/2015. Nella casella del totale requisiti contributivi collegati all’età ne ho 1778 al 31-03-2015. Nell’altra casella dei requisiti contributivi in alternativa all’età ne ho 1790 sempre al 31-03-2015.. C’è da presente che ho un anno di lavoro come autonomo e perciò servono 58 anni. Lavorando fino al 32-12-2015 quante settimane dovrei riscattare? Io sono nata il 5-8-57. Grazie

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      ciao Anna,
      la nuova Legge di Stabilità ha prorogato l’Opzione Donna, che permette alle lavoratrici di accedere alla pensione con 57 anni di età (58 anni per le autonome) e 35 anni di contributi. Sono incluse tutte coloro che maturano i requisiti entro il 31 dicembre 2015, e non fino al novembre 2014 come in precedenza.
      Trovi tutti i dettagli cliccando qui.
      Per sapere quante settimane dovresti riscattare dovrai rivolgerti all’Inps.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .

      un saluto.
      Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    Ciao,
    sul simulatore Inps vengono visualizzati i contributi maturati nel tempo. Non sono caricati in tempo reale, se hai iniziato da poco ci vorrà un pò di tempo per vederli sull’applicativo.
    Nel caso volessi contattare l’Inps puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
    un saluto.
    Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    Buonasera,
    per questo tipo di dettaglio ti invito a contattare l’Inps che ha il quadro completo della tua posizione.
    Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
    Per altre informazioni a disposizione.
    un saluto.
    Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    Se sei una socia lavoratrice assunta con contratto di lavoro subordinato hai diritto ai contributi.
    Inoltre puoi leggere questo articolo dove si legge che ai fini del calcolo dell’imponibile previdenziale sono compresi anche gli straordinari.
    un saluto.
    Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    ciao Maria,
    ti consiglio di rivolgerti direttamente all’Inps per questo tipo di dettaglio di informazioni.
    Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
    un saluto.
    Livia

  • roberto

    io ho sommato tutte le settimane elencate nel estratto conto e mi risultano 1958 settimane quanti anni avrei di contributi

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      Ciao Roberto,
      considera che un anno conta 52 settimane. Dividendo 1958 per 52 ottieni 37,6 anni di contribuzione.
      un saluto.
      Livia

    • Roby Alisea Cicalese

      Buonasera il mio datore di lavoro a versato i contributi il 7 gennaio come mai l INPS ancora non li aggiorna sul sito INPS?

      • Livia Girlando-Team Previdenza

        Buongiorno,
        l’aggiornamento non è in tempo reale.
        Ci vuole un pò di tempo per la visualizzazione della situazione contributiva completa.
        Qualora passasse troppo tempo potrai rivolgerti direttamente all’Inps.
        Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
        un saluto.
        Livia

  • Anna Lora

    Buonasera, mi serviva una piccola informazione se mio padre ha 1717 settimane contributive ed ad arrivare alle 2227 settimane per il diritto gliene mancano 510 che diviso 52 fa 9,80, per farla semplice quanti anni mancano? ancora non l’ho capito.
    Grazie

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      ciao Anna,
      considerando che in un anno ci sono circa 52 settimane. 9,80 corrispondono a quasi 10 anni.
      un saluto
      Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    Buongiorno Matteo,
    per poter ottenere l’importo pieno del bonus Renzi si deve fare riferimento al reddito annuo lordo (considerato però al netto rispetto al reddito dell’abitazione principale e delle eventuali indennità percepite, come anticipo del TFR).
    Puoi trovare alcune informazioni di dettaglio in merito ai maternità e congedo parentale, clicca qui.
    Se pensi che la il reddito lordo sia superiore agli 8.000 euro dovresti averne diritto.
    Per avere una lettura della tua situazione reddituale più approfondita ti consiglio di rivolgerti ad un commercialista o al Caf.
    Continua a seguirci,
    un saluto.
    Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    Ciao Luciana,
    ci vuole del tempo prima che la situazione contributiva venga aggiornata sul sito, se all’ufficio Inps ti hanno detto che sono in fase di elaborazione/verifica non possiamo far altro che suggerirti di continuare a verificare e rivolgerti nuovamente all’Istituto per ulteriori riscontri.
    un saluto
    Livia

    • fra

      ho anch’io lo stesso problema, a me nell’estratto conto viene fuori il messaggio “NON RISULTANO REGISTRAZIONI CONTRIBUTIVE NEGLI ARCHIVI INPS Risulta presenza di posizione assicurativa attiva presso l’Ente: Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Ingegneri e Architetti”, preciso che fino a novembre 2014 avevo partita iva e risultavo iscritto ad Inarcassa, a dicembre 2014 sono stato assunto come dipendente a tempo indeterminato in un Comune ma sul sito INPS ancora oggi non mi risultano righe contributive, qual’è il problema?

      • Livia Girlando-Team Previdenza

        Buongiorno,
        mi spiace ma in questi casi occorre rivolgersi direttamente all’INPS che ha il dettaglio delle diverse posizioni per farsi dare indicazioni precise in base ai casi specifici.
        Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
        un saluto.
        Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    Buongiorno Elena,
    Potrai rivolgerti direttamente all’INPS che ha il dettaglio della tua posizione per farti dare indicazioni precise sul tuo caso.
    Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .

    un saluto.
    Livia

  • Lucia Serena

    Buonasera!
    Mia sorella ha lavorato fino al 31/08/2014 in una scuola paritaria privata e poi dal 01/09/2014 è stata assunta di ruolo nella scuola pubblica perchè vincitrice di concorso.
    Sull’estratto conto contributivo INPS ci sono solo i contributi fino al 31/08/2014 e mancano tutti quelli successivi. Come mai? Non sono tutti gestiti dall’INPS ormai? Grazie

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      Buongiorno,
      si sono gestiti dall’Inps, in questi casi occorre rivolgersi direttamente all’Istituto che ha il dettaglio delle diverse posizioni per farsi dare un riscontro.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
      un saluto.
      Livia

  • Alessandro Boccolini

    Buonasera, nel periodo 01/02/2014-30/06/2014 ho lavorato part-time al 50% e controllando l’estratto conto previdenziale risultano al diritto 22 settimane e al calcolo 12 settimane nonostante abbia percepito un reddito nel periodo di € 7074. Come mai risulta così visto che per ottenere il calcolo delle settimane contributive si dovrebbe dividere il reddito percepito per l’importo minimo stabilito di anno in anno che è di € 200 e spiccioli?? Mi spiego meglio: se si divide 7074 per 200 si ottiene 35,37 che è oltre le 22 settimane lavorate per cui mi avrebbero dovuto calcolare le settimane totali e non circa la metà di quelle lavorate. Giusto?? Dove sbaglio, se sbaglio? Grazie.

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      Buongiorno,
      mi spiace ma in questi casi occorre rivolgersi direttamente all’INPS che ha il dettaglio delle diverse posizioni per farsi dare indicazioni precise in base ai casi specifici.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
      un saluto.
      Livia

  • Bruno Capozzi

    Buongiorno, Le sarei molto grato se riuscisse a fornirmi una risposta al seguente quesito: ho scaricato dal sito INPS il mio estratto conto previdenziale varie volte nel corso degli anni; ho notato che per gli anni 2007,2008,2009, nel documento scaricato recentemente, marzo 2016, sono presenti somme di retribuzione piu’ basse rispetto a quelle presenti nello stesso documento scaricato nel 2011. La differenza in totale è di circa € 12.500. Come è possibile una cosa del genere ? il 2009 è stato l’ultimo anno in cui ho lavorato, ora sono prossimo al pensionamento. Mi sono recato alla Sede INPS competente per territorio di residenza, e, dopo 2 ore e mezza di attesa mi è stato detto che devo rivolgermi alla Sede centrale, anche ad un Patronato ho ricevuto lo stesso consiglio, ho esposto il problema al call center INPS e mi hanno prospettato una risposta nel giro di 5/6 mesi !! Prima di avventurarmi nella sede centrale dell’ INPS di Napoli, spero di ricevere una Sua graditissima spiegazione. Grazie, Bruno Capozzi

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      Buongiorno,
      mi spiace ma Previsionari non ha il dettaglio della tua posizione e non può entrare nel merito di quanto di competenza dell’INPS.
      Ti consiglio quindi anche io di rivolgerti alla sede centrale.
      un saluto
      Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    ciao Alberto,
    purtroppo non abbiamo altre indicazioni da fornirti per velocizzare l’autorizzazione.
    Prova a chiedere al patronato che ti ha seguito e indirizzato alla Regione Veneto.
    un saluto
    Livia

    • Alberto

      Grazie

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    ciao,
    per questi casi particolari occorre che ti rivolga all’Inps.
    Loro hanno il dettaglio della tua posizione e possono darti delle indicazioni specifiche.
    Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
    Altrimenti potresti utilizzare il nuovo simulatore online dell’Inps “La Mia Pensione” inserendo Codice Fiscale e Pin al seguente link.
    Continua a seguirci anche iscrivendoti alla nostra Newsletter.
    un saluto
    Livia

  • Maurizio

    Buongiorno,facendo il calcolo della mia pensione online sul sito inps,alla fine mi esce queta comunicazione. Attenzione: Il tuo Estratto Conto Contributivo contiene contribuzione agricola.
    Per il tuo profilo il servizio sarà disponibile successivamente.
    L’Inps
    ti comunicherà la disponibilità del servizio con una e-mail o un
    sms.Cosa vuol dire e cosa dovrei fare?Grazie cordiali saluti,Maurizio

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      Buongiorno,
      l’Inps sta spedendo le buste alle seguenti gestioni:
      •Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (anche domestici)
      •Gestioni Speciali dei Lavoratori Autonomi (Artigiani e Commercianti, Coltivatori diretti, coloni e mezzadri, ex INPDAI)
      •Gestione separata
      Nel corso del 2016 aggiungeranno sia on line che con buste le seguenti gestioni:
      •Gli iscritti alla gestione Ferrovieri, altri fondi speciali e agricoli
      Pertanto per avere la simulazione dovrai attendere ancora qualche tempo.
      Nel frattempo potrai provare a contattare l’Inps per chiedergli se possono darti delle indicazioni per il tuo caso.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
      Un saluto.
      Livia

  • Paolo Pinto

    Buonasera,nel mio estratto conto ho notato che mancano in determinati anni all’incirca 43 settimane di contribuzione,mi hanno risposto dal call center che è una cosa che devo segnalare al mio datore di lavoro…….gli anni che mancano sono degli anni 2005 2006 e 2009 non vorrei che alla fine viene messo tutto in prescrizione..grazie

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      Buongiorno Paolo,
      se il call center dell’Inps ti ha detto di comunicarlo al tuo datore di lavoro segui questa procedura e continua a monitorare la tua situazione contributiva fino a quando non trovi tutto in regola.
      un saluto
      Livia

  • walter

    Buongiorno a tutti,volevo chiedervi che differenza c’è tra contributi versati al diritto e quelli versati al calcolo che vedo nell’estratto conto dell’inps.Mia moglie ha quasi 59 anni e nell’estratto conto ha come contributi al diritto 1736 e al calcolo 1816 al 31 marzo 2016,è stanca e voleva smettere con almeno 35 anni di contributi nella speranza che facciano qualche legge o proroga di opzione donna e voleva essere sicura di avere maturato 35 anni effettivi,un grazie a chi mi potrà dare formazioni in merito.

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      Buongiorno Walter,
      Per poter andare in pensione è necessario avere un certo numero di contributi versati che possono essere espressi in giorni, settimane, mesi e anni a seconda del tipo di lavoro svolto.
      L’ammontare dei contributi utili determina il diritto alla pensione, invece per calcolare la quota di pensione maturata bisogna fare un calcolo particolare. Per fare questo calcolo, occorre rivolgersi agli uffici dell’Inps. Ti consiglio di chiedere a loro anche il calcolo degli anni alla pensione, avendo il dettaglio della posizione potranno darti informazioni precise.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
      Un saluto.
      Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    Buongiorno,
    puoi considerarli validi se risultano sul sito dell’Inps.
    Se vuoi averne ulteriore certezza puoi rivolgerti direttamente all’Inps.
    Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui
    Un saluto
    Livia

  • Contro_la_dittatura_in_Italia

    Salve, volevo porre un quesito. Nel caso in cui sull’estratto conto non compaiono le retribuzioni di gran parte dei periodi lavorativi come si può procedere per il calcolo della pensione?
    Inoltre tutti i contributi figurativi come disoccupazione, servizio militare e malattia/infortunio, anch’essi sprovvisti di riferimenti retributivi, in quale modo possono essere considerati ai fini del calcolo della quota A e quota B della pensione?
    Ringrazio in anticipo quanti mi risponderanno.

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      ciao,
      ti consiglio di rivolgerti direttamente all’Inps per questo tipo di informazioni.
      Loro hanno la tua situazione aggiornata e potranno spiegarti nel dettaglio.
      Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
      Per altre informazioni a disposizione.
      un saluto.
      Livia

      • Contro_la_dittatura_in_Italia

        La ringrazio Livia della risposta, ma chi ha a che fare in qualche modo con l’Inps sa che non è così facile ricevere risposte per telefono o mail.
        Se poi queste risposte hanno per oggetto una rivalutazione dei contributi al fine di ottenere una rideterminazione dlla pensione, forse mi sbaglierò ma ho la sensazione che queste risposte avranno un corso ancora più lento.

        Non molto tempo fa, ho contattato vari uffici a me vicini, per poter solo consultare l’archivio storico con le retribuzioni della mia categoria dal 1970 ad oggi. Sembra davvero un’utopia. Voi avete idea di come io possa fare? Ho cercato a lungo su internet ma mi vengono riportati solo gli ultimi contratti di categoria.

        • Livia Girlando-Team Previdenza

          Se via telefono o mail non riesci ad ottenere le risposte che ti occorrono penso che la soluzione migliore sia andare alla sede Inps più vicina così potrai parlare direttamente con qualcuno.
          Un saluto
          Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    ciao,
    molto dipende dalla tua propensione al rischio. Nell’ottica di un fondo pensione, che è un investimento a lungo periodo (30/40anni), se sei ancora “giovane”, è consigliato rimanere su linee azionarie per approfittare dei rendimenti dei mercati.
    Quando passare al bilanciato? Ti faccio l’esempio di un fondo pensione di AXA MPS che offre il meccanismo cosidetto “Lifecycle”.
    E’ un meccanismo che prevede la riallocazione automatica e progressiva della posizione individuale e dei versamenti contributivi a scadenze predeterminate, attraverso un passaggio automatico tra combinazioni di comparti in funzione degli anni rimanenti alla data di pensionamento.
    Come vedi man mano che ci si avvicina alla pensione gli investimenti vengono spostati su linee garantite.
    Questo è un percorso che è stato ritenuto valido generalmente, ma , ti ripeto, molto dipende da quanto tu sei propenso a rischiare con i tuoi investimenti.

    Per i lavoratori che effettuano versamenti alla previdenza integrativa vi è inoltre un importante vantaggio fiscale: la deducibilità dal reddito, fino a 5.164 euro all’anno, dei contributi o premi versati. A seconda del reddito complessivo di chi effettua il versamento, e quindi dell’aliquota Irpef cui è soggetto, ciò si traduce in un risparmio compreso tra i 1.187 e i 2.220 euro all’anno.
    Anche la tassazione della prestazione finale (rendita o capitale) sarà favorevole. Innanzitutto sarà soggetta a imposizione soltanto la parte che, durante la fase di accumulo, non è ancora stata assoggettata a tassazione: saranno quindi esclusi i contribuiti non dedotti (quelli cioè che sono stati versati oltre la soglia dei 5.164,57 euro) e i rendimenti, già tassati.
    Sul resto si pagherà un’aliquota ordinaria del 15%. Un valore decisamente contenuto, soprattutto se rapportato a qualsiasi altro investimento finanziario.
    Con l’eccezione dei titoli di Stato, infatti, gli investimenti pagano normalmente un’aliquota del 26%, senza contare le spese, a cominciare dai bolli, legati alla tenuta del rapporto con la banca o altro intermediario.

    Anche noi di Previsionari siamo presenti sul mercato con i nostri fondi pensione e PIP (AXA MPS).
    Puoi contattare il numero del nostro Servizio Clienti all’800 231 187 per avere un piano di investimento e scegliere a quale prodotto aderire.,
    un saluto.
    Livia

    • mortimermouse

      buongiorno, vi ringrazio per le esaurienti delucidazioni! tuttavia, vorrei comprendere se , tecnicamente parlando, è possibile costruire in pochi anni una pensione complementare cosi….. robusta? faccio un esempio : si supponga di aver necessità di disporre una pensione di 4000 euri mensili netti, e di volerlo disporre pienamente nell’arco di 5 anni…è possibile? anche considerando un altro aspetto economicamente rilevante: è possibile effettuare un “robusto” versamento (nell’ordine di …. 50 mila euri annui per 5 anni, o tutti i versamenti dei 5 anni in una unica soluzione). questo è possibile? o si deve rispettare per forza il requisito dei 40 anni (come nel caso dell’inps)? è certamente chiaro che questa soluzione è valida solo per pochissimi, considerate le cifre non alla portata di tutti…..

      • Livia Girlando-Team Previdenza

        Buongiorno,
        è possibile raggiungere cifre diverse di pensione integrativa a seconda dell’importo versato al fondo. Ovviamente per tempi ridotti di versamento dovranno essere previsti importi elevati. Non c’è limite di versamento e non vi è obbligo di requisiti come per l’inps. Si può aderire a un fondo fino a 1 anno prima dell’età pensionabile di vecchiaia prevista dall’Inps.
        Puoi provare a fare delle ipotesi di versamento attraverso il Progetto Esemplificativo che trovi a questo link.
        Inserisci l’importo alla voce “Contributo complessivo annuo a carico del soggetto (in euro)” (Previdenza per Te)
        Avrai così idea di quanto dovrai accantonare in una o più soluzioni per raggiungere l’assegno da te desiderato.
        un saluto
        Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    Buongiorno,
    ci vuole un po’ di tempo perché figurino sull’estratto conto (non è in tempo reale),
    Ti consiglio di rivolgerti direttamente all’Inps per avere maggiori informazioni.
    Puoi trovare la sede più vicina cliccando qui, Oppure via telefono cliccando qui, o via web cliccando qui .
    Per altre informazioni a disposizione.
    un saluto.
    Livia

  • Mirko Ottaviani

    buon giorna il commercialista mi a detto di aver mandato le giornate contributive all’inps ma all’inps non gli risultano quanto tempo passa prima che gli risultinu?

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      ciao Mirko,
      occorre qualche tempo prima che siano visibili.
      se vuoi sapere se li ha ricevuti puoi provare a rivolgerti direttamente all’INPS, che ha il dettaglio della tua posizione.
      Puoi trovare i contatti cliccando qui.
      un saluto
      Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    ciao Marco,
    se nè l’azienda nè tu e il commercialista riuscite a reperire le buste paga penso sia difficile rivolgerti a qualcun altro. Mi spiace ma non ho altri referenti a cui indirizzarla.
    un saluto
    Livia

    • Marco

      ma non c’è un modo per avere gli emens con i singoli importi mensili?
      Grazie della risposta.
      saluti.
      Marco

      • Livia Girlando-Team Previdenza

        Purtroppo non ne sono a conoscenza.
        Riprova a chiedere all’Inps se sanno a chi rivolgerti.
        Saluti
        Livia

  • Fabio

    Buonasera,
    lavoro da circa due anni (6 mesi co co pro, e da dicembre 2015 con contratto di apprendistato full time presso stessa azienda). Oggi ho appena avuto modo controllare il mio estratto conto contributivo tramite il portale dei servizi online INPS. Il risultato è un triste SOGGETTO SENZA RIGHE CONTRIBUTIVE. A cosa può essere dovuto? Mancato aggiornamento sui sistemi INPS? Do per scontato che da lato del datore di lavoro la situazione sia corretta.

    Saluti.

    F.C.

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      ciao Fabio,
      occorre qualche tempo prima che siano visibili.
      se vuoi sapere se li ha ricevuti puoi provare a rivolgerti direttamente all’INPS, che ha il dettaglio della tua posizione.
      Puoi trovare i contatti cliccando qui.
      un saluto
      Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    Ciao Maria,
    quando siamo chiamati a verificare se ci sono o meno i contributi per poter richiedere una prestazione previdenziale, dovremo far riferimento alla colonna “AL DIRITTO”; quando invece vogliamo conteggiare il numero dei contributi su cui verrà rapportato l’importo economico della prestazione richiesta faremo riferimento alla colonna “AL CALCOLO”.
    I contributi utili al diritto in pratica ci dicono “quanti contributi abbiamo versato per il DIRITTO alla pensione”.
    I contributi al calcolo ci dicono, invece, “su quanti contributi verrà calcolata un’eventuale prestazione, ovvero in che MISURA” (in passato, infatti, l’attuale colonna “al calcolo” era chiamata “misura”).

    Il più delle volte i due valori sono identici, ma sono ammesse delle eccezioni.

    Un esempio può essere l’ estratto contributivo dei lavoratori part-time per i quali i contributi validi per per la misura sono inferiori rispetto a quelli validi per il diritto (il che e’ logico in quanto non potranno avere un importo di pensione pari ai lavoratori full time in quanto, proporzionalmente, versano meno).

    Altro esempio sono i contributi di malattia e disoccupazione ordinaria i quali, al contrario, valgono per la misura ma non per il diritto (limitatamente al requisito per le pensioni di anzianità).

    Continua a seguirci anche iscrivendoti alla nostra Newsletter.

    un saluto
    Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    Salve,
    per queste richieste tecniche specifiche dovrai rivolgerti direttamente all’Inps.
    Puoi trovare i contatti cliccando qui.
    un saluto
    Livia

  • Renato Bonifazzi

    Entro regolarmente nella mia area privata INPS per controllare i versamenti effettuati dalla mia azienda. Poi , se entro nel programma Car.Pe , ci sono delle cose che non capisco e sono relative ai codici .- 004 – registr. su più anni opzione ante … 014-contribuzione contratta s. …. 027 – fig. accreditabile o integr. a domanda . dovrei andare all’INPS per regolarizzare qualcosa ?

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      Buongiorno Renato,
      non sono a conoscenza di questi dettagli. Ti consiglio di rivolgerti all’Inps che ha il dettaglio della tua posizione e può confermarti che tutto sia in regola.
      Puoi trovare i contatti cliccando qui.
      Continua a seguirci anche iscrivendoti alla nostra Newsletter.
      un saluto
      Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    ciao Giovanni,
    mi spiace ma non posso darti altre informazioni in merito essendo l’Inps che detiene tutti i dettagli delle posizioni contributive.
    Continua a seguirci anche iscrivendoti alla nostra Newsletter.
    un saluto.
    Livia

  • Livia Girlando-Team Previdenza

    Buongiorno,
    I rimborsi spese per stage / tirocini non costituiscono imponibile previdenziale e pertanto non danno luogo a versamenti contributivi. Quindi non risultano nell’estratto conto INPS.
    Le medesime somme costituiscono invece reddito ai fini fiscali, ma normalmente sono al di sotto della soglia di tassazione e quindi non subiscono prelievo. Tuttavia si sommano ad eventuali altri redditi del tirocinante, che dovrà tenerne conto in fase di dichiarazione annuale (infatti ai tirocinanti deve essere fornita la CU).
    Continua a seguirci anche iscrivedoti alla nostra Newsletter.
    un saluto
    Livia

  • Andrea

    Salve,
    ho consultato il mio estratto contro previdenziale e accanto a un lavoro part.time (come dipendente per una cooperativa), che ho svolto da aprile a giugno 2016 e mi risulta una nota con scritto contribuzione da verificare, cosa significa?

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      ciao Andrea,
      per queste informazioni dovrai rivolgerti all’Inps che ha il dettaglio della tua posizione e può darti delle informazioni precise.
      Puoi trovare i contatti anche sul territorio cliccando qui.
      un saluto
      Livia

  • Momy

    Buongiorno. Ho percepito Naspi per più di un anno, pagamenti e estratto conto contributivo sempre regolari. Ora, con l’ultimo pagamento della mensilità Naspi, ho visto che tutti i contributi Naspi sull’estratto conto contributivo sono spariti. Da cosa può dipendere?
    Grazie

    • Livia Girlando-Team Previdenza

      ciao Momy,
      per queste informazioni dovrai rivolgerti all’Inps che ha il dettaglio della tua posizione e può darti delle informazioni precise. Potrebbe essere anche un errore tecnico.
      Puoi trovare i contatti anche sul territorio cliccando qui.
      un saluto
      Livia