Pianifica il tuo tenore di vita da pensionato


385 visite Nessun Commento

Pianifica il tuo tenore di vita da pensionato 2Senza tornare troppo indietro nel tempo, fino a 10-15 anni fa albergava una certezza nella mente degli italiani: lavoro costante = pensione garantita.

In sostanza, se avevi un lavoro e versavi regolarmente i contribuiti per gli anni previsti dalla legge, avevi diritto (quasi sempre) ad una pensione dignitosa. Purtroppo oggi come oggi questa certezza è svanita, spazzata via dagli eventi.

Non è una cosa facile da accettare, soprattutto per i giovani che nell’attuale scenario hanno difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro e sono soggetti a criteri di calcolo della pensione decisamente penalizzanti rispetto alla generazione dei propri genitori.

Tuttavia, abbattersi non serve a nulla.Occorre invece prendere atto della situazione ed attivarsi per pianificare senza indugi il nostro futuro.

Qual è il mio attuale stile di vita?

Per farlo in modo oculato devi innanzitutto conoscere bene il tuo presente, quindi essere pienamente consapevole di come stai vivendo oggi e di cosa ti aspetta. Potrà sembrarti scontato, eppure molte persone (incluse alcune di mia conoscenza) non hanno la più pallida idea di quanti soldi spendono al mese!

Ti consiglio invece di porti alcune domande al fine di analizzare i tuoi comportamenti di spesa ed averne il totale controllo. Chiediti quindi:

  • A quanto ammontano in media le mie uscite mensili?
  • Di queste, quale importo è assorbito da spese fisse (affitto/mutuo/bollette/polizze assicurative, ecc.)?
  • In quale modo spendo l’importo residuo? Suddividilo per singole voci (ristorante, viaggi, hobby, ecc.)

Dopodiché, avendo annotato i risultati ottenuti, rispondi con la massima onestà alla domanda più importante di tutte:

“Posso davvero permettermi il mio attuale tenore di vita?”

Attenzione: il fatto che non stai ancora ricevendo lettere di sollecito da creditori non significa necessariamente che il tuo stile di spesa sia equilibrato e sostenibile anche in futuro. Valuta quindi con attenzione il rapporto tra le tue entrate e le tue uscite applicando tre semplici regole di risparmio per non farti cogliere impreparato nel caso di spese impreviste.

A questo proposito ti faccio un esempio (ahimè) pratico: qualche giorno fa si è rotta la mia TV; aveva dieci anni ma funzionava ancora bene, perciò non avevo pianificato di spendere alcune centinaia di euro per comprarne una nuova, invece…ho dovuto farlo.

Di quanti soldi in più avrei bisogno?

Ora che hai analizzato il tuo attuale stile di spesa concentrati sulle tue entrate e verifica se sono sufficienti a garantirti un futuro sereno. A questo proposito ti consiglio di utilizzare un simulatore online per verificare la tua posizione previdenziale attuale e calcolare l’ammontare della tua pensione futura. In 2-3 minuti otterrai le tue risposte e i tuoi numeri.

Dopo questo brusco impatto con la realtà riprenditi subito dallo shock e, anziché girarti dall’altra parte, affronta il toro per le corna: stabilisci la cifra che vuoi accantonare a fine mese per integrare la tua pensione, ovvero quantifica l’importo annuale di cui avresti bisogno per raggiungere questo obiettivo nei prossimi anni.

Così facendo non solo fai un bagno di consapevolezza, ma assumi anche un impegno serio con te stesso e la tua famiglia.

Lo so, immagino già le tue obiezioni…”non posso risparmiare, non guadagno abbastanza!”, “in questo momento ho troppe spese”, “ma come faccio?”

Vuoi sapere che ne penso? Credo che siano assolutamente lecite perché non è affatto facile fare rinunce o compiere ulteriori sforzi per accantonare qualche soldo in più. D’altra parte penso anche un’altra cosa: si tratta di una scelta cruciale da compiere tempestivamente per garantire maggior benessere a te e alla tua famiglia.

Conclusioni

Due pillole prima di salutarti:

  1. Ignorare la realtà attuale impedisce di costruire il proprio futuro e, oggi come oggi, perdere tempo è un lusso che pochi possono permettersi.
  1. Analizza il tuo attuale stile di spesa e pianifica di conseguenza i tuoi obiettivi previdenziali. Non aspettare domani, fallo oggi.

Ti ringrazio per aver ascoltato i miei consigli, se vuoi condividere il tuo pensiero puoi farlo nei tuoi commenti qui sotto.

 

385 visite Nessun Commento